Il 2020 è senza dubbi un anno particolare e, a causa della pandemia del Coronavirus che ha colpito il mondo, siamo stati messi a dura prova su ogni fronte, da quello sanitario anzitutto, a quello economico.

Tuttavia, sono state promosse diverse iniziative per incentivare la ripartenza, a favore di famiglie, lavoratori, imprese, attività commerciali e sostegno del reddito, come dimostrato dal Decreto Rilancio, il secondo grande provvedimento dell’emergenza sanitaria, diventato legge il 19 Maggio 2020 (Gazzetta Ufficiale n. 128, del 19 Maggio 2020, “Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonche’ di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”).

Ecobonus 110% e Bonus Facciate: agevolazioni per le migliorie della tua casa

Si è parlato e discusso molto negli ultimi tempi di questi strumenti che, se da un lato vogliono sostenere le imprese italiane nella ripartenza, dall’altro sono una grande opportunità per i privati che vogliono investire nella ristrutturazione edilizia o nell’apportare migliore alla propria abitazione, o al proprio appartamento, nel caso di condomini.

Il cosiddetto Superbonus da un lato, che eleva al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1 luglio 2020 al 31 Dicembre 2021 per specifici interventi di efficienza energetica e antisismica, offre più possibilità: quella di optare per la detrazione del 110% da ripartire in 5 quote annuale (anziché 10), o per un contributo anticipato come “sconto dai fornitori” dei beni o servizi, o ancora, per un’opzione molto vantaggiosa come la richiesta di cessione del credito, per interventi su unità immobiliari e condomini di:

  • isolamento termico (cappotto, serramenti)
  • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni, su edifici unifamiliari o unità di edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti (caldaie a condensazione, pompe di calore, impianti fotovoltaici, …)
  • interventi sismici

Sicuramente un bell’incentivo per condomini e proprietari di villette che intendono ottimizzare l’efficientamento energetico delle proprie abitazioni. 

E per chi invece volesse abbellire la facciata della propria casa o del condominio?

In questo caso la soluzione più vantaggiosa è il Bonus Facciate, che con il Decreto Rilancio è ancora più conveniente, perché consente di recuperare il 90% dei costi sostenuti nel 2020 senza un limite massimo di spesa, in 10 quote annuali costanti e di pari importo per i lavori di rinnovamento e consolidamento della facciata esterna, inclusa la semplice pulitura e tinteggiatura, interventi su balconi, ornamenti e fregi, i lavori di decoro urbano come quelli riferiti a grondaie, pluviali, parapetti, cornicioni e alla sistemazione di tutte le parti impiantistiche che insistono sulla parte opaca della facciata.

Cassette Postali e Casellari condominiali: la ciliegina sulla torta della facciata di un’abitazione

In questo ventaglio di agevolazioni è così facile pensare alla quantità di interventi che si possono realizzare per migliorare ed abbellire l’aspetto della facciata esterna della propria abitazione. 

Ristrutturare casa o il condominio non è certo però un’operazione semplice e per farla al meglio è necessario curare ogni aspetto e valutare le molteplici soluzioni disponibili. In questo contesto, pertanto, perché non approfittarne anche per sostituire il casellario postale condominiale, ormai obsoleto, installato molto probabilmente durante la costruzione dell’immobile e ora quindi “fuori moda”, o peggio ancora, usurato?

Le cassette postali condominiali, infatti, oltre che essere un oggetto funzionale e obbligatorio, come già precedentemente spiegato nel nostro blog, sono un accessorio di design, il biglietto da visita che renderà la vostra casa ancora più bella, moderna e contribuirà ad uniformare l’effetto stilistico scelto durante la ristrutturazione.

Cassette Postali da esterno: completa con stile la ristrutturazione della tua casa

Il settore della produzione dei casellari postali ha visto negli ultimi anni l’acuirsi di nuove progettazioni e maggiore cura dei dettagli, sia dal punto di vista stilistico che dal punto di vista strutturale.

Oggi è infatti possibile scegliere una cassetta postale singola o un casellario postale condominiale da esterno con una grande possibilità di offerte: varietà di stili, colorazioni e materiali sempre più innovativi, studiati per garantire un prodotto resistente agli agenti atmosferici e duraturo nel tempo.

Valuta la sostituzione del casellario postale

Naturalmente, non sembra essere prevista una detrazione fiscale specifica per l’acquisto di un casellario postale, ma la possibilità di ristrutturare l’intera facciata della propria abitazione o di un intero edificio condominiale attraverso i bonus promossi dal Decreto Rilancio, resta senz’altro una bella occasione per cambiare anche la cassetta postale, singola o condominiale, adeguandola alle nuove caratteristiche stilistiche dell’immobile ristrutturato e potrebbe essere anche conveniente nel caso in cui, su richiesta, ad esempio di Poste Italiane, si debba spostare il casellario postale condominiale dall’interno all’esterno dell’edificio, attraverso opere murarie, soggette invece a detrazione fiscale.

Vuoi sapere di più o conoscere i nostri prodotti? 

Contattaci per ricevere un preventivo su misura e personalizzato.