Quante volte vi è capitato di fare rientro a casa e trovare volantini, depliant e brochure accartocciati e magari, in caso di maltempo, completamente inzuppati, nella cassetta della posta?

Bisogna precisare, innanzitutto, che le cassette postali seguono norme strutturali precise anche in relazione a questo tema: attenendosi alle linee guida europee, infatti, i casellari postali VARBOX sono conformi alla normativa europea EN 1374 che sancisce i criteri adeguati in fatto di misure e dimensioni e pertanto sono realizzati in modo da poter contenere senza alcun problema riviste e materiale pubblicitario ed informativo in formato A4.

L’innovativo sistema anticondensa, inoltre, fa sì che i casellari postali da esterno VARBOX siano estremamente resistenti agli agenti atmosferici e che siano in grado di mantenere la corrispondenza completamente asciutta.

Cassette postali condominiali: pubblicità nella buca delle lettere

Quanto alla ricezione di materiale pubblicitario all’interno dei casellari postali condominiali, vi è sicuramente un dibattito sempre acceso. La proliferazione e spesso, l’eccessiva presenza di depliant, volantini e brochure all’interno delle cassette della posta in condominio, è diventata negli ultimi anni un fenomeno piuttosto frequente e talvolta sgradito.

Secondo un principio espresso con una sentenza del Tar Lombardia «la distribuzione di volantini a mano lungo le strade e in generale nei luoghi pubblici, anche in prossimità degli edifici (ove sono collocate le bussole che ospitano la posta ed il materiale pubblicitario) è un’attività essenzialmente libera, e l’amministrazione non vanta poteri regolatori suscettibili di incidere direttamente nel rapporto tra gli operatori commerciali e i potenziali clienti».

Pertanto si evince l’impossibilità di intervenire in modo definitivo su questo fenomeno.

Cosa fare se la pubblicità nella cassetta postale in condominio è eccessiva?

Tuttavia, quando il materiale pubblicitario rilasciato all’interno dei casellari postali condominiali in modo eccessivo, è possibile:

  • affiggere una targhetta accanto al casellario postale esterno, oppure un’insegna al di fuori dell’edificio, che indichi la volontà dei condomini di non ricevere la pubblicità, sottolineando che la consegna potrebbe integrare il reato di molestia o disturbo alle persone, di cui all’articolo 660 del Codice Penale.
  • iscriversi al Registro Pubblico delle Opposizioni

Cassette Porta Pubblicità: una soluzione adatta a tutti

Qualora i condomini non fossero tutti d’accordo con tali provvedimenti, potrebbe essere efficace installare una cassetta postale esterna al condominio dedicata esclusivamente alla consegna di materiale pubblicitario

Le cassette postali porta pubblicità quindi sono la soluzione ottimale per ovviare alla problematica dell’ingente quantità di depliant e volantini all’interno dei casellari postali condominiali. 

Con la loro struttura in lamiera di acciaio zincato verniciato sul retro ed il frontale in lamiera di acciaio inox antigraffio, le cassette porta pubblicità VARBOX costituiscono un elemento accessorio indicato per edifici di varia natura, in quanto sono perfettamente installabili sia su muro che su recinzione, a seconda delle esigenze dei condomini.

Non esitare a contattarci per maggiori informazioni.